Alla scrivania per ufficio con il pancione: come gestire la gravidanza e il lavoro

Alla scrivania per ufficio con il pancione: come gestire la gravidanza e il lavoro

Continuare a lavorare in ufficio anche durante il periodo di attesa, non sempre è una cosa semplice.
Certamente aumentano i disturbi a livello fisico e mentale, ma con i giusti consigli potrete continuare il vostro lavoro in ufficio.
Con l’aiuto di sedie per ufficio ergonomiche e di scrivanie giuste, gravidanza e lavoro non saranno incompatibili.

Ecco i consigli di Saloneufficio.com al riguardo.

 

L’importanza della sedia per ufficio

Per evitare dolori muscolari alla schiena e cervicali, è importante regolare in modo perfetto la propria sedia per ufficio e il proprio piano di lavoro.
Utilizzare una seduta per ufficio regolabile, meglio ancora se ergonomica, mantiene la schiena dritta ed evita così indolenzimenti e disturbi muscolari.
E’ necessario regolare la seduta in modo da avere le ginocchia leggermente abbassate rispetto al bacino: così manterrete una posizione della schiena naturale e corretta in gravidanza.
Oltre a questo, bisogna regolare lo schienale della sedia per ufficio, tenendolo verticale. Se ciò non è sufficiente, potete inserire un cuscino dietro la schiena, all’altezza dei reni.
Inoltre, nel corso dei nove mesi, il peso aumenta, il pancione cresce e la postura cambia, assumendo nuove curve.
E’ molto importante poter disporre, quindi, di soluzioni regolabili, ergonomiche e di qualità. Oltre alle sedute per ufficio, vanno presi in considerazione anche prodotti innovativi come le scrivanie regolabili in altezza, nuove sul mercato dell’arredo ufficio ma dalla forte performanza.

 

Cambiare posizione

Cambiare spesso posizione aiuta a riattivare la circolazione del sangue, rallentata nel periodo di attesa, e sgranchisce i muscoli.
Oltre a concedervi delle pause, grazie a prodotti innovativi come la scrivania regolabile in altezza, potete anche modificare la posizione di lavoro.
Alzare l’altezza della scrivania (le scrivanie regolabili in altezza sono prodotti ormai facilmente reperibili, per ulteriori informazioni compila il form a fondo pagina) vi permette di modificare velocemente la posizione di lavoro da seduti a in piedi, e viceversa, per sgranchirvi le gambe e sentirvi meglio senza interrompere il lavoro che state svolgendo.

 

La pedana, oltre alla sedia per ufficio ergonomica

Vi consigliamo di munirvi di una pedana su cui appoggiare i piedi.
È un semplice gesto che favorisce il ritorno di sangue dalle gambe al cuore: le vostre caviglie ne trarranno molto vantaggio.
Controllate che le vostre ginocchia rimangano sempre al di sotto del bacino.

 

Non sforzare il collo

Ovvero, regolare all’altezza giusta lo schermo del computer.
Questo è un consiglio valido sempre, non soltanto durante la gravidanza. Certo è che nella fase di attesa è meglio stare attenti ad ogni minimo dettaglio che può fare la differenza.
Il monitor deve trovarsi poco sotto il livello degli occhi: in questo modo non sforzerete i muscoli del collo e gli occhi. Così eviterete emicranie, cervicali, affaticamento della vista, che si indebolisce durante la gravidanza, e manterrete una posizione dritta e corretta per il feto.
Anche a questo scopo potrebbe tornare utile un prodotto come la scrivania regolabile in altezza.

 

In generale, quindi, ci sono aspetti su cui andrebbe sempre fatta attenzione.
Nel periodo di gestazione tutto ciò è amplificato: sia i disturbi, sia le soluzioni pratiche da adottare per evitarli.
Ciò non toglie che il binomio lavoro-gravidanza può coesistere perfettamente, grazie soprattutto a sedie per ufficio ergonomiche e a scrivanie di qualità.

About the author

Articoli correlati

scrivania per ufficio

Coworking: come arredare l’ufficio

Negli ultimi tempi sono nate diverse nuove professioni che prima...

La storia della scrivania per ufficio

Scriba borgognano Jean Miélot, in un disegno del suo Miracles...

Nel lavoro in ufficio, bellezza e carriera non vanno d’accordo

Oggi vogliamo iniziare lanciando una grande provocazione al mondo maschile:...

Commenta

Sign up to our newsletter!


Theme Settings