Mobili ufficio online: cambiano le modalità di acquisto

Mobili ufficio online: cambiano le modalità di acquisto

Il titolo di questo post è sinceramente provocatorio ma posso affermare, dati alla mano, che dal 2008 al 2011 il mercato del mobile ufficio in Italia ha perso almeno il 35%, mentre nello stesso periodo la vendita on line di prodotti/servizi è cresciuta del 65%. In questo periodo natalizio sentiamo spesso ricordare che, nonostante il calo degli acquisti dovuto alla crisi, aumentano gli ordini effettuati su internet.

 

Non si hanno dati precisi sull’ammontare preciso delle vendite di arredo ufficio on line e possiamo affermare che i mobili, in genere, non sono tra i prodotti che oggi vengono acquistati in quantità, per alcuni motivi che vedremo in seguito.
Mi soffermerei, per il momento, a valutare due aspetti: il primo è la crescita esponenziale degli acquisti nei negozi di e-commerce; mentre il secondo riguarda un altro dato, che vede l’Italia fanalino di coda in Europa per gli acquisti su internet. Infatti, gli individui che fanno acquisti online, nel Regno Unito sono il 71% di chi utilizza internet, in Germania il 64%, in Francia il 53% ed in Italia appena il 15%.
Non è quindi importante essere estremamente lungimiranti o essere degli affermati economisti per capire che il web influirà, nell’imminente futuro, sul cambiamento delle modalità di acquisto dell’arredamento ufficio, aprendo le porte ad un nuovo canale per la vendita dei mobili per ufficio.

 

Questo canale potrà influire positivamente sia per l’acquirente, che potrà, comodamente da casa e risparmiando tempo, informarsi, confrontare diverse offerte, valutare sia i prezzi che le caratteristiche tecniche, disporre di un’ampia scelta e procedere all’acquisto, senza limiti di orario né di giorni, sia per la rete distributiva che potrà cogliere nel web una grande opportunità per aumentare le vendite, il che, visto il periodo di crisi, non è certamente cosa da poco.
Naturalmente vendere mobili ufficio online non significa aprire semplicemente un sito di e.commerce ma, come alcuni consulenti di settore dicono, ci vuole un cambiamento aziendale forte che impatti sia sulla mentalità che sull’organizzazione, almeno delle persone che seguono il canale web.
Se questo nuovo modo di fare business viene approcciato con modalità tradizionali, si corre il rischio di andare incontro, quasi sicuramente, ad un flop.

 

A mio avviso, le aziende di arredo ufficio che vogliono far diventare la vendita on line strategica per la loro attività, dovranno impegnarsi a fondo per eliminare alcuni blocchi che i compratori hanno nell’acquistare l’arredo. Questi blocchi riguardano, in primo luogo, il trasporto dato che tra le maggiori preoccupazioni del cliente c’è quella che il materiale giunga sano a destinazione e il fornitore deve saperlo tranquillizzare in questo senso; in secondo luogo, riguardano il montaggio, poiché i prodotti devono essere facili da montare; infine, l’acquirente dovrà avere garanzie che, qualsiasi cosa succeda, potrà avere un’assistenza adeguata.
Per questo penso che saranno vincenti, su questo nuovo potenziale canale di vendita, organizzazioni che operano in maniera capillare su tutto il territorio e che sono perciò in grado di offrire al proprio cliente la sicurezza necessaria a superare i propri blocchi e ad arrivare persino a preferire l’acquisto online a quello diretto presso la sede del rivenditore.

About the author

Articoli correlati

Wellness in ufficio: rimedi contro il gonfiore di piedi e gambe, ottimi esercizi da scrivania

Qual’è il peggior nemico delle nostre gambe? La risposta è...

scrivania per ufficio

È davvero importante che l’azienda abbia un preciso progetto?

Direi proprio di si. L’azienda, in quanto unione di uomini,...

Creatività in ufficio: vantaggi e svantaggi dell’arredo open space

La “creatività” è fondamentalmente un atteggiamento mentale e in senso...

Theme Settings