Nel lavoro in ufficio, bellezza e carriera non vanno d’accordo

Nel lavoro in ufficio, bellezza e carriera non vanno d’accordo

Oggi vogliamo iniziare lanciando una grande provocazione al mondo maschile: se sei bello, la tua carriera nel lavoro in ufficio incontrerà molti ostacoli!
Assurdo vero?
Ora ti spieghiamo perché la bellezza alla George Clooney ti può arrecare danno anzichè vantaggio…

 

Secondo uno studio della London Business School, università post-laurea da cui escono fior fiori di manager, avere una bellezza da star non aiuta quando si tratta di colloqui di lavoro e di ottenere promozioni.
La causa è psicologica ed è conseguenza di uno stereotipo maschilista ormai affermato.
L’uomo affascinante è solitamente considerato anche intelligente (pensa te), questo costituisce una doppia minaccia, ovviamente inesistente in realtà, per chi deve pensare di assumerlo o promuoverlo poiché sente in pericolo la propria posizione affermata a causa della bellezza e intelligenza del candidato.
Per questa ragione, le figure maschili attraenti sono collocate, qualora assunte, in settori in cui prevale il lavoro di squadra: in questo modo la loro bravura nel lavoro non potrà mai spiccare agli occhi del capo ufficio.
Tutto questo processo è ovviamente inconscio, ma purtroppo insito nei ragionamenti cerebrali con cui si agisce.
Per le donne che lavorano in ufficio questo significa una cosa: accantonate il sogno del capo ufficio sexy in stile “Mad Men” (eccezioni escluse, voi potete continuare a sognare)!

 

D’altra parte, però, anche il gentil sesso non ha vita facile quando si tratta di lavoro in ufficio. Per le donne, il ragionamento che vige è il contrario, ovvero una donna bella non è ritenuta anche intelligente, o meglio, viene considerata leggera, sempre a causa di stereotipi maschilisti che, sebbene siano considerati superati, aleggiano ben presenti in testa.

 

Ci teniamo a puntare la lente su questioni come queste, seppure con ironia e leggerezza, perché, a causa di stereotipi come questi, il rischio di commettere errori nelle assunzioni e nelle valutazioni delle persone è concreto e reale!
Se un imprenditore ragiona, inconsciamente, in questo modo, getta via molte occasioni di validi collaboratori e dipendenti, donne e uomini.
Come afferma la professoressa Sun Young Lee, che ha curato l’indagine dell’università inglese: “È importante che le imprese siano consapevoli del peso di stereotipi di questo tipo su assunzioni e carriere. Per questo la decisione su chi assumere e chi promuovere dovrebbe essere assegnata a organismi esterni o indipendenti.”.
Comunque, se anche non ve la sentiste di affidarvi a terzi, ora avete preso consapevolezza del problema e questo è un ottimo inizio per fare un buon lavoro quando si tratta di personale attraente: sapete quali sono i processi che scattano nella nostra mente; il vostro compito sarà quello di aggirarli e non restarne vittime!!!

About the author

Articoli correlati

Alla scrivania per ufficio con il pancione: come gestire la gravidanza e il lavoro

Continuare a lavorare in ufficio anche durante il periodo di...

Clima aziendale, team di lavoro e habitat innovativo!

La creazione di un ambiente di lavoro teso a valorizzare...

scrivania per ufficio

Mobili ufficio economici

Dove acquistare dei mobili ufficio economici di qualità? È giusto e...

Theme Settings