Lavoro in ufficio: gli alleati della concentrazione in ufficio

Lavoro in ufficio: gli alleati della concentrazione in ufficio

Qualunque tipo di lavoro, si sa, richiede concentrazione e impegno, ma a volte sembra particolarmente impossibile concentrarsi.
Seduti alla nostra scrivania per ufficio, ci sentiamo stanchi, fiacchi, svogliati, affaticati e il rendimento inevitabilmente cala; diventiamo poco efficienti sul lavoro e dimentichiamo facilmente le cose. Diamo la colpa allo stress, al bisogno di vacanza, alla mancanza della giusta dose di riposo per via di impegni e scadenze…

 

Spesso non ci si pensa, ma anche il nostro regime alimentare influisce sulla capacità di concentrazione.
Mangiare troppo o troppo poco, infatti, può interferire anche sul livello di attenzione.
Un pasto pesante, ad esempio, ci farà sentire particolarmente stanchi, mentre l’assunzione insufficiente di calorie, può comportare la comparsa dei fastidiosi morsi della fame e un calo del livello di attenzione e concentrazione.
Per questi motivi, è consigliabile seguire una dieta bilanciata e ricca di un’ampia varietà di cibi salutari.

 

Innanzitutto, il primo pasto che fa carburare il cervello è una buona colazione.
Pensateci due volte, quindi, prima di saltarla optando per un semplice caffè al volo… Alcuni studi hanno infatti dimostrato che fare colazione, migliora la memoria e il livello di attenzione.
In cima alla lista troviamo in particolar modo i cereali integrali come farro, orzo, miglio e avena che, grazie all’alto contenuto di fibre, hanno un alto potere saziante. Ottimi anche a pranzo, sotto forma di zuppe o minestre in quanto non provocano quella fastidiosa sonnolenza post-pasto, particolarmente nemica della concentrazione.

 

Inoltre è consigliabile, soprattutto per una “pausa-caffè” sana, la frutta secca come mandorle, pistacchi, noci e nocciole che contengono alti livelli di acidi grassi essenziali che aiutano il cervello.
Quattro o cinque frutti al giorno sono più che sufficienti e magari abbinati a una tazza di caffè e un quadretto di cioccolato fondente che, grazie al loro contenuto di caffeina, aiutano a mantenerci vigili e svegli.
Non dovrebbe essere necessario ricordarlo, ma lo facciamo ugualmente: occhio a non abusarne perché i loro effetti sono di breve durata e la crisi d’astinenza potrebbe causarci mal di testa e suscettibilità.

 

Fondamentale poi è mantenersi ben idratati e quindi bere, bere, bere!
Eh si, anche l’acqua aiuta la concentrazione, perché anche una leggera disidratazione può far calare le capacità del cervello.
Un’altra bevanda che dovremmo sempre avere a portata di mano è il tè verde che, oltre ad essere un ottimo antiossidante, non contiene calorie e combatte la stanchezza. Una o due tazze di tè verde al giorno possono bastare, ma rigorosamente senza zucchero e senza dolcificanti.
A tutto questo si vanno ad aggiungere alcune buoni abitudini come: cercare di dormire almeno 8 ore a notte ed effettuare esercizio fisico con regolarità.

 

Grazie a questi consigli, seduti alla vostra scrivania, il cervello lavorerà al meglio e i livelli di concentrazione saliranno più rapidamente.

About the author

Articoli correlati

Il Feng-Shui in ufficio

Feng Shui: vento (Feng) e acqua (Shui), due delle forme...

scrivania per ufficio

Design e tecnologia per un arredo ufficio innovativo

Il mondo dell’arredamento per ufficio e del design è in...

L’idea di ufficio secondo la filosofia del ‘cocooning’ di Jean Nouvel

Addio a spazi di lavoro clonati, chiusi e ripetitivi. Si...

Theme Settings