Arredamento per ufficio: come capire di cosa si ha bisogno

scrivania per ufficio

Arredamento per ufficio: come capire di cosa si ha bisogno

State pensando di aprire un nuovo ufficio o valutando di rimodernare quello già esistente? Il primo passo è quello di capire bene ciò di cui si ha effettivamente bisogno.

 

Tra i mobili per ufficio, alla base di tutto c’è sicuramente la scrivania, dove collocare il computer, la stampante, il fax… Ce ne sono di diverso tipo a seconda delle varie esigenze e forse è proprio questa grande abbondanza che può rendere la scelta a volte più difficile.
È possibile semplificare questa operazione decidendo innanzitutto quale è lo stile che si desidera: contemporaneo, tradizionale, classico o moderno, per passare quindi agli eventuali optional: cassetti, ripiani, penisole… Al secondo posto una buona sedia per ufficio, il cui prezzo varia a seconda delle eventuali opzioni che si vogliono, come le regolazioni per altezza, l’inclinazione dello schienale o del sedile, se girevoli o fisse, con rinforzo lombare, con o senza braccioli, ruote resistenti, particolari dimensioni e i materiali utilizzati (stoffa, cuoio, legno, plastica, acciaio, ecc.).

 

A tutto questo segue la scelta degli armadi, armadietti o librerie, anche questi disponibili dalle linee e materiali più svariati.
Prima dell’acquisto, occorre però fare mente locale su quale tipo di documenti dobbiamo archiviare, in quanto questo determinerà il tipo e le dimensioni più adatte alle nostre esigenze.
Quindi si può passare a considerare eventuali requisiti speciali, risultato spesso di richieste dirette dell’interessato, come l’inserimento di particolari serrature, l’utilizzo di materiale ignifugo, di legni pregiati o di ruote per la mobilità.

 

Sistemato l’ufficio vero e proprio, occorre pensare alla zona della reception in quanto, “si ha solo una possibilità per fare una buona prima impressione”.
La postazione di ricevimento dovrà essere quindi invitante e, come contorno, dovrà essere dotata di sedie o divanetti per l’attesa degli ospiti, un tavolino su cui mettere riviste (magari aggiornate) o materiale informativo sulla propria azienda ed un appendiabiti.

 

Non possiamo dimenticarci della sala riunioni, il cui arredamento varia a seconda del tipo di incontri o riunioni che si terranno. Se ad esempio il vostro ufficio è inserito in un contesto legale o di consulenza, è necessario selezionare una linea di mobili che proietti la giusta immagine della vostra azienda.
Se invece la sala ospiterà prevalentemente riunioni interne, a questo punto non è necessario investire in mobili da immagine, ma basta guardare alla praticità. Di sicuro dovranno esserci adeguati posti a sedere attorno al tavolo, una lavagna o uno schermo di proiezione, per passare poi ai mobili o scaffali dove archiviare materiali informativi.

 

Ultima, ma non per importanza, la sala pausa e relax, perché anche il più piccolo ufficio dovrebbe essere dotato di una zona separata dove rilassarsi o mangiare il pranzo. Questa non deve essere stravagante o sontuosa.
L’arredamento principale è composto da tavoli e sedie in misura sufficiente per ospitare un intero turno di lavoro, armadietti dove si possano appoggiare le proprie cose e magari un forno a microonde, un piccolo frigorifero e della musica di sottofondo.

About the author

Articoli correlati

Come avere un ufficio sempre in ordine

Lavorare in un ambiente ordinato, è un presupposto necessario per...

Come fare acquisti intelligenti? Leggi il nostro ebook gratuito

Quando si deve acquistare e progettare l’arredo per ufficio, è...

Orgatec 2012, idee innovative per l’arredo ufficio del futuro

Si è da poco concluso l’Orgatec di Colonia, il salone...

Commenta

Sign up to our newsletter!


Theme Settings